Info

Visite: 169

È il più importante tra gli organi collegiali della scuola, responsabile dell'impostazione didattico-educativa, in rapporto alle particolari esigenze dell'istituzione scolastica e in armonia con le decisioni del consiglio di circolo o di istituto.

 

Competenze

  • Ha potere deliberante in materia di funzionamento didattico dell’istituto. In particolare, cura la programmazione dell’azione educativa anche al fine di adeguare, nell’ambito degli ordinamenti della scuola stabiliti dallo Stato, i programmi di insegnamento alle specifiche esigenze ambientali e di favorire il coordinamento interdisciplinare;
  • formula proposte alla Dirigente Scolastica per la formazione, la composizione delle classi e l’assegnazione ad esse dei docenti; per la formulazione dell’orario delle lezioni; per lo svolgimento delle altre attività scolastiche, tenuto conto dei criteri generali indicati dal Consiglio d’Istituto;
  • valuta periodicamente l'andamento complessivo dell'azione didattica, per verificarne l'efficacia in rapporto agli orientamenti e agli obiettivi programmati, proponendo opportune misure per il miglioramento dell'attività scolastica;
  • provvede all'adozione dei libri di testo, sentiti i Consigli di Classe, e alla scelta dei sussidi didattici;
  • valuta e approva le iniziative riservate agli alunni (concorsi, borse di studio, proiezioni di film, rappresentazioni teatrali ecc.) proposte da Enti ed Associazioni pubbliche e private;
  • approva il Piano di formazione dei docenti;
  • programma e attiva le iniziative per il sostegno degli alunni diversamente abili e culturalmente svantaggiati;
  • elabora, sulla base dell’atto d’indirizzo della S., il Piano dell’offerta formativa e lo approva.
Torna all'inizio del contenuto